You Are Viewing

Tecnica & Materiali

tenoni

FPR L’ESSENZA NATURALE DEL SUONO

La FAPURO nasce dall’incontro di tre persone con esperienze e conoscenze in diversi campi che, come spesso accade,
si trovano  coinvolte in un progetto comune

 

La FAPURO nasce dall’incontro di tre persone con esperienze e conoscenze in diversi campi che, come spesso accade, si trovano  coinvolte in un progetto comune.

Fabio, romano doc, e’ l’ebanista con una profonda esperienza; figlio d’arte come infatti lui stesso si definisce, conosce bene tutte le tecniche per la lavorazione del legno e nutre un amore sviscerato questo materiale.

Maurizia e’ l’artista del gruppo, esperta nel restauro e conservazione del nostro patrimonio storico, ha partecipato a numerosi cantieri presso chiese, biblioteche e musei, specializzata in mobili e manufatti lignei, ha un ottima conoscenza delle antiche tecniche costruttive e nutre un’attenzione particolare nell’uso di materie prime naturali.

Walter e’ l’appassionato di tutto ciò che ruota intorno alla riproduzione della musica, con una buona base tecnica data dagli studi, non e’ mai rimasto chiuso nel tecnicismo.

Curioso x natura ha sempre sperimentato, iniziando negli anni 70 con il SUONO dei cavi, continuando nell’autocostruzione di diffusori ed amplificatori; attualmente la sua attenzione è rivolta alle problematiche delle vibrazioni ed al loro annullamento dai componenti audio. Il tutto volto alla ricerca di un suono estremamente naturale che possa generare le stesse emozioni della musica dal vivo.

Quasi per caso, durante una cena, prende vita il primo FAPURO; o meglio l’idea del primo mobile, per soddisfare la richiesta di  un amico audiofilo alla ricerca di un mobile che non fosse solo bello ma soprattutto funzionale all’isolamento degli apparecchi dalle vibrazioni.

Quindi IL MOBILE doveva essere bello, funzionale ma soprattutto DEFINITIVO.

Spronati da questa sfida i 3, ognuno con l’esperienza nel proprio campo, tracciano la linea progettuale che diventerà la filosofia “aziendale”.  Solo uso di essenze che abbiano caratteristiche specifiche nel campo musicale, tra i legni ARMONICI ad uso ebanistico la scelta era ampia; alla fine il PADOUK è stato scelto per l’altissimo peso specifico, l’elevata stabilità ed lo splendido colore rosso che sono il connubio perfetto per la realizzazione di questi mobili dalle caratteristiche uniche.Struttura del mobile sia orizzontale che verticale a trave intero ad alto spessore cm. 7×7, per avere una continuita’ acustica e armonica e un’assoluta rigidita’ meccanica.

Per la finitura Maurizia e Fabio hanno evitato l’uso di prodotti industriali a film plastico, sia per il loro elevato grado di tossicità in ambiente domestico che per l’arco acustico che avrebbero potuto produrre.

Quindi per mantenere le caratteristiche armoniche del legno, la scelta e’ caduta su due materiali naturali per eccellenza, da sempre usati in liuteria, gommalacca e cera.

Le altezze dei ripiani non sono regolabili, infatti l’appoggio di un trave orizzontale regolabile sulla struttura verticale avrebbe necessità di innesti che causerebbero la propagazione di vibrazioni spurie difficilmente controllabili.

Vetro blindato da 27 mm per i ripiani ( lo stesso usato nelle porte delle banche ) con la struttura a 3 strati di vetro, con interposto 2 strati di policarbonato, lo rende estremamente sordo alle sollecitazioni.

Non contenti di usare materiali di questa estrema qualita’, si decide di disaccoppiare il ripiano dal trave, interponendovi 4 cilindri di carbon block, come ulteriore isolatore.

Il mobile è appoggiato direttamente a terra, ma è stato comunque predisposto per il montaggio di punte o altri accessori disaccoppianti.

Tutte queste idee applicate hanno portato alla realizzazione del primo MOBILE DEFINITIVO che e’ stato un vero successo, il nostro amico/cliente e’ rimasto estremamente soddisfatto ed altre persone che lo hanno visto (è stato anche presentato al Roma Hi-End 2012) ne sono rimaste talmente colpite che hanno espresso il desiderio di avere anche loro un prodotto così esclusivo.

L’assoluta originalità lascia la massima libertà di scelta e permette l’ adattabilità a qualsiasi tipo di ambiente e di sistema Hi-Fi  Su richiesta è possibile avere un mobile con altre essenze nobili ben suonanti (ebano, palissandro, noce ecc

Per i ripiani valide alternative ad un costo o per un peso minore sono i marmi/graniti ed il legno, anzi per meglio dire il multistrato marino (betulla) e stessa finitura del mobile, gommalacca e cera.

Tra trave e ripiano, gli isolatori da interporre, alternativi al carbon block, possono essere il sughero o le gomme siliconiche.

La FAPURO offre una piccola produzione artigianale di pezzi unici. Specializzati nel restauro di diffusori e giradischi in legno.

Altra scelta x il cliente e’ la possibilita’ di farsi realizzare su misura dei complementi quali, cabinet di casse acustiche di qualunque foggia e misura, piedistalli specifici x diffusori, scatole x ampli e crossover.

Il cliente ha la possibilità di rendere unico il proprio mobile, scegliendo ogni parte di esso, trasformandolo in uno “strumento” capace di rendere l’essenza naturale del suono.